trade online
Home / Trading Online / Fibonacci trading, come sfruttare i ritracciamenti
fibonacci trading

Fibonacci trading, come sfruttare i ritracciamenti

Cosa ha in comune un antico matematico italiano e il moderno trading sul Forex? Probabilmente nulla, direte voi. Ma in realtà il nome di Fibonacci (come è conosciuto il matematico Leonardo Pisano, o Leonardo Bonacci, o Leonardo da Pisa) è strettamente correlato a una tecnica di analisi applicata anche sul Forex (e anche in altre socienze) per poter fornire allo studio importanti elementi valutativi. In che modo?

La sequenza di Fibonacci

Cominciamo con un breve cenno della sequenza dei numeri di Fibonacci. Si tratta di una sequenza numerica molto famosa, in cui ciascun numero è la somma dei due numeri precedenti. Pertanto, iniziando con 0 e 1, il terzo numero sarà 1 (0+1), il quarto sarà 2 (1+1), il quinto sarà 3 (2+1) e così via: 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377 e così via.

Da questa base di partenza possiamo trarre una seconda valutazione. Più si procede avanti nella sequenza di Fibonacci, e più il rapporto di divisione di un numero con quello immediatamente precedente porta all’approssimazione del c.d. “golden ratio” (1:1,618 o 0,618:1), che misura il rapporto ideale tra due numeri.

Come viene utilizzato Fibonacci nel Forex

Oltre che in tante altre discipline, la sequenza di Fibonacci e le valutazioni che è possibile concludere su di essa sono utilizzate anche nel trading Forex. In particolare, l’utilità della serie di Fibonacci consiste nella considerazione logica che anche in un trend molto sostenuto sia comunque sempre possibile cercare di verificare delle correzioni, ovvero dei ritracciamenti naturali che non vanno comunque a invalidare la tendenza principale. Pertanto, se si sta vivendo in una fase di sostenuto trend al rialzo, Fibonacci potrà esserci utile per poter calcolare il ritracciamento potenziale in tutte le soglie più utilizzate (38,2%, 50%, 61,8%, ecc.).

Considerato che effettuare i calcoli a mano con Fibonacci trading è abbastanza complicato, il nostro consiglio per impratichirvi su tale tecnica è quella di ricorrere a dei software specifici che trovate sul web e, in particolare, a quelli che vengono già messi a disposizione dal vostro broker forex. Attraverso tali programmi interattivi riuscirete certamente a creare dei grafici in tempo reale sulle coppie valutarie che avete nel mirino, all’interno dei quali poter applicare le soglie di Fibonacci. Se non avete ancora aperto un conto di trading presso un broker, non disperate: potete comunque scegliere di aprire un conto demo e operare con Fibonacci attraverso esso. Vi rendete conto, con immediatezza e con facilità, di quanto possa essere semplice cercare di ottenere informazioni utili sui ritracciamenti, e quanto spesso possano essere realmente attendibili le correzioni potenziali stimate attraverso la sequenza di Fibonacci.

Una volta effettuata un pò di pratica, il nostro suggerimento non è certo quello di partire da Fibonacci per poter calibrare la vostra strategia, ma utilizzare i numeri di Fibonacci per poter confermare l’analisi che potrebbe essere sviluppata per altre strade tecniche: potrebbe ad esempio essere utile cercare di costruire una propria strategia attraverso le candele giapponesi e le figure tecniche, e poi cercare un pratico riscontro su Fibonacci.

Guarda Anche

commodities trading

Cosa è il commodities trading e come funziona?

Commodities trading è l'attività di trading sulle materie prime in grado di generare delle opportunità di rendimento particolarmente vantaggiose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *