Home / Trading Online / Cosa è il commodities trading e come funziona?
commodities trading

Cosa è il commodities trading e come funziona?

Quanto a volte chiamato “commodities trading” è l’attività di trading sulle materie prime. Un’attività di investimento particolarmente dinamica, in grado di generare delle opportunità di rendimento davvero straordinarie per tutti coloro che riusciranno a intuire l’evoluzione dei prezzi degli asset di riferimento.

Ma cosa si intende esattamente per il commodities trading? Come viene effettuato? Su quali beni?

Commodities trading e future

Anche se non è certo l’unica soluzione, spesso il commodities trading viene effettuato attraverso la negoziazione di future. Dunque, per poter comprendere pienamente in che modo avviene il trading con le materie prime, non possiamo che compiere un breve approfondimento sulle caratteristiche dei future. Cosa sono?

I future sono dei contratti che impegnano ad acquistare o a vendere, ad una data futura, una determinata quantità di merce (nel nostro caso, materie prime) ad un prezzo prefissato. Considerato che parliamo di future su commodities, tali contratti prenderanno il nome di commodity futures, in contrapposizione ai future su attività finanziarie, o financial futures.

Dunque, il futures è uno strumento che può permettere agli investitori / speculatori di cercare di “scommettere” – finanziariamente parlando – sulla sorta della quotazione di una determinata materia prima. Ne deriva che, in conclusione, l’andamento delle quotazioni del future è connesso alle aspettative di prezzo della materia prima sottostante, e che il prezzo del contratto future è il punto di equilibrio delle aspettative che sono state formulate dal mercato. In ultima istanza, il prezzo del future tenderà a convergere al valore del sottostante, man mano che ci si avvicina alla data di scadenza.

Su cosa si può investire?

A differenza del forex trading con il commodities trading si può dunque cercare di investire sul prezzo delle materie prime, indovinandone la loro evoluzione temporale, senza possederle materialmente. Numerose sono le materie prime che possono divenire oggetto di trading. Tra le principali ricordiamo:

  • Metalli preziosi: oro, palladio, rame, argento, platino.
  • Energia: greggio Brent / Wti, gasolio, benzina verde, gas naturale.
  • Soft commodities: cacao, cotone, caffè, legname, succo d’arancia, zucchero.
  • Carni: bovini giovani e adulti, carne di maiale, pancetta.
  • Grani: olio di soia, mais, furumento, avena, riso, soia, farina di soia.

Come intuibile, la varietà e l’ampiezza del portafoglio di materie prime acquistabili nel commodities trading dipende dalle scelte del vostro broker di riferimento. Un buon metodo per poter optare nei confronti del miglior broker in circolazione, soprattutto se avete intenzione di investire in materie prime, è quello di comprendere quali siano le commodities potenzialmente sottoscrivibili.

Detto ciò, valutate anche gli spread e le commissioni che vengono percepite per l’acquisto di tali contratti, e le modalità di acquisto e di gestione delle posizione. La piattaforma che vi viene messa a dispozione è abbastanza semplice?

Fatto ciò, non vi resta che curare una buona formazione, e entrare a piccoli passi all’interno di questo comparto. Una buona abitudine potrebbe essere quella di optare nei confronti di un conto demo, che possa permettervi di comprendere non solamente quanto sia effettivamente valida la piattaforma / broker prescelta, quanto anche la validità delle vostre strategie finanziarie.

Guarda Anche

spread trading

Cosa è e come funziona lo spread trading

Lo spread trading è una tecnica di trading particolare e avanzata che permette di mantenere delle esposizioni sostanzialmente neutrali sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *